Gianmatteo Ferrari: “La russofobia è insita nell’occidentale medio. Ma la Russia è l’ultimo baluardo di salvezza”

  • PDF

“L’Associazione Lombardia-Russia nasce senza scopi politici, ma col solo obiettivo di creare amicizia fra il popolo italiano e quello russo” dice Gianmatteo Ferrari, vicepresidente e fondatore dell’associazione “Dopo il golpe in Ucraina ci siamo trovati a fare controinformazione, per il dovere di far conoscere quello che i giornali nascondevano. Attualmente, quindi, abbiamo contatti col mondo politico russo e abbiamo messo in contatto la Lega di Matteo Salvini con il mondo russo.”  

 

gian-matteo-ferrari-3-549x292Dott. Ferrari il 5 agosto a Locarno si terrà la presentazione del libro “Russofobia” di Guy Mettan. Ne è a conoscenza? Conosce l’Autore?

Ne ho sentito parlare e lo leggerò senz’altro. L’Autore non lo conosco ma il nome non mi è nuovo, anzi. Se riesco sarò alla presentazione.

Cosa pensa dunque di questo titolo, forse un po’ provocatorio?

Che non è assolutamente provocatorio. L’Occidente attualmente sta facendo di tutto per creare, nella mente dell’occidentale medio la paura della Russia. Pertanto il titolo è azzeccatissimo.  Basti pensare al Corriere della Sera che proprio oggi intitola un articolo accusando Putin di creare brogli elettorali a favore di Trump. Calunnie inimmaginabili.

A proposito della stampa, Avvenire (quotidiano cattolico, N.D.R) intitola un articolo “raid aerei del regime e dei russi sui quartieri in mano all’opposizione e ritorsioni dei ribelli. “Come mai questa distorsione mediatica? Questa omissione del fatto che il terrorismo la Russia lo combatta, invece…

A parte che Avvenire si dimentica poi di fare articoli sui finanziamenti dei terroristi da parte dell’Occidente, che poi fanno i blitz negli ospedali e decapitano i bambini di tredici anni; va detto che l’attuale Papa è schierato con i poteri forti del mondialismo americano, pertanto Avvenire essendo un giornale cattolico segue la line della politica papale, poiché la Chiesa è schieratissima. Pertanto la Russia, l’unica nazione che sconfigga veramente il terrorismo islamico, viene fatta passare da “cattiva” quando distrugge l’Isis, mentre i terroristi vengono chiamati “ribelli”. Pertanto Assad, democraticamente eletto, viene fatto passare come “il dittatore”.

Come sono attualmente i rapporti tra Putin e Assad?

Non li conosco direttamente, sta di fatto che Assad sia l’unico presidente eletto con elezioni regolari, e che Putin, aiutandolo e sostenendolo, abbia scelto di salvaguardare il volere e gli interessi del popolo. la Russia, aiutando la Siria contro il terrorismo aiuta la Siria. I Russi e i Cristiani ortodossi sono gli unici che stanno difendendo e salvaguardando la nostra millenaria civiltà cristiana.

Riguardo la Chiesa Ortodossa, quali sono i rapporti  tra essa e la Chiesa Cattolica? Quest’ultima è a nostro discapito, nella linea anti-terrorismo?

La Chiesa Cattolica attualmente ci sta danneggiando. Hanno sgozzati un prete in Francia e non c’è stata alcuna levata di scudi. All’inizio il nuovo Pontefice mi era piaciuto, ma devo ammettere che sono stato ingannato. E’ un apostata. Sta facendo tutto il contrario dell’insegnamento di Gesù. E’ inutile lavare i piedi ai musulmani, senza riconoscere che quest’immigrazione clandestina sia insostenibile, quando peraltro, tra i clandestini, come dimostrato dai fatti, si nascondo terroristi islamici; chiaramente la Caritas con l’invasione clandestina ci guadagna, poiché si parla di 45 euro al giorno per ogni clandestino, e si parla di centinaia di migliaia di clandestini.

Il rapporto tra la Chiesa Ortodossa e quella Cattolica è burrascoso. Io, da cristiano cattolico, guardo con molto più favore alla Chiesa di Mosca che alla Chiesa di Roma.

Le faccio una domanda di fantapolitica. Se, con fatto mediaticamente clamoroso, l’Italia si trovasse a subire l’invasione islamica, pensa che la Russia aiuterebbe l’Italia?

Penso che la Russia difficilmente interverrebbe. E’ il popolo europeo e italiano che deve rialzare la testa e difendersi da solo. Chiaramente questo sogno di rivalsa e di difesa trova grandi difficoltà a realizzarsi, perché si parla di popoli incapaci di prendere coscienza della situazione. Sui social tutti a inneggiare alla Rivoluzione, poi quando un partito, che può essere benissimo la Lega, organizza le manifestazioni, dove sono? La gente chiaramente c’è, ma non è mai abbastanza. Ed i giovani, anziché aprire gli occhi, corrono a cercare Pokemon.

Ci stiamo decapitando da soli?

Assolutamente si.

Come pensa che l’Italia possa uscire da questo vicolo cieco?

Andando a votare. Creando un governo di eletti, votati dal popolo. Poiché se tutti  in Italia ci lamentiamo, però poi quando si tratta di votare, si reca alle urne solo il centrosinistra, mentre gli altri vanno al mare perché “tanto non cambia nulla”, allora un vero cambiamento non si avrà mai. Bisogna auspicare che la gente prenda in mano la situazione, recandosi a votare e a fare valere il potere del popolo.

Per quanto riguarda il Referendum Costituzionale ad Ottobre, pensa che la sovranità popolare subirà un ulteriore contraccolpo?

Sarà un passaggio importante e fondamentale. Andranno a votare e vincerà il no? Speriamo. Non andranno a votare? Vincerà il sì.

Concludendo, le Sanzioni alla Russia.

Sono dannose, ma per noi. I Russi vivono lo stesso, anche senza i formaggi italiani. Noi abbiamo perso decine di miliardi di euro. Inoltre, ci hanno guadagnato gli Stati Uniti: hanno fatto si che, avendo l’Europa fuori gioco, l’America aumentasse il proprio Export del 10/15%.

Intervista a cura di Chantal Fantuzzi

Fonte: TicinoLive